OGGETTI INDISPENSABILI PER CHI PRENDE UN CANE

Quali sono gli oggetti che non possono mancare nella nostra casa quando prendiamo un cane?



IN CASA Vediamo quali oggetti disporre in casa per accogliere il cucciolo nel modo migliore. Senza dubbio dobbiamo subito pensare ai bisogni fisiologici del cane, quindi il mangiare e il bere. Di conseguenza almeno 2 ciotole saranno necessarie: una ciotola contenente l’acqua che dovrà essere sempre piena e a disposizione del cane in qualsiasi momento del giorno e della notte; un’altra ciotola servirà per contenere il cibo, disponibile al cane solo in occasione dei pasti. Ovviamente poi dovremo comprare il cibo, indispensabile al cane, ma che sceglieremo accuratamente una volta che il cane sarà arrivato a casa e potrà farci capire le sue preferenze; da valutare preventivamente però è la tipologia di alimentazione che vogliamo utilizzare con il cucciolo. Sono molti i consigli che possiamo leggere nel web, dal più economico al più pratico... l’importante è prendere una scelta che sia conforme al nostro stile di vita e affidarci ad un veterinario esperto e che magari conosce bene il nostro cane. Sempre rimanendo nell’ambito della nostra abitazione fondamentale è acquistare una “cuccia”, un oggetto cioè che sia sinonimo di comodità per il cane. Come facciamo a sapere qual è il luogo adatto alla cuccia? Semplice, deve essere un posto tranquillo, non necessariamente illuminato 24h al giorno, possibilmente distante dal luogo nel quale il cane andrà a fare i bisogni. Come ben noto i cani sono animali sociali (come noi, anche se spesso ce ne dimentichiamo!) ma, proprio come per noi, ci sono momenti nei quali è bene stia tranquillo, senza far niente e senza essere disturbato. È importante che lui sappia che in casa c’è un “posto tutto suo” dove può farlo. GIOCHI E SVAGO Ora invece vediamo quali sono i giochi che possono effettivamente servire per passare del tempo ed allo stesso tempo costruire un bel rapporto con il nostro cane. Partendo dal presupposto che possiamo comprare quanti più giochi vogliamo al nostro cane, riempiendolo di regali ed oggetti tra i più vari, gli oggetti che sono importanti da avere per giocare con lui sono pochi, ma vanno usati bene. Il cane può scegliere principalmente due modi di giocare: può condividere con noi il momento di svago (gioco sociale) oppure giocare da solo (gioco individuale). Il modo in cui sceglierà di farlo dipende anche da quale gioco andremo ad utilizzare. In casa dovranno essere presenti palline da tennis, “trecce” o simili (per esempio possiamo annodare stoffe in disuso o indumenti vecchi), corde con una o più palline legate alle estremità e “chi più ne ha più ne metta”! Ricordiamoci che i cani hanno bisogno di mordere: questa attività permette loro di scaricare la tensione e di rinforzare la muscolatura della bocca… meglio che la allenino sulla treccia che sul nostro braccio, non è così? Ci sono poi tutta una serie di “giochi educativi” ovvero tutti quegli oggetti che per il cane sono solo uno svago ma possono servire a noi per educare il nostro cucciolo. Un esempio è il “kong”: un oggetto a forma di cono che serve sia per essere morsicato dal cane sia per essere riempito di cose appetibili e quindi far passare del tempo al cane piacevolmente. Il kong può essere utilizzato ad esempio quando il cane viene lasciato solo in casa in modo tale che possa distrarsi per i primi momenti in cui rimane solo. Un altro esempio sono i giochi di attivazione mentale(o problem solving se vogliamo essere internazionali) che però vanno usati sotto la guida di un educatore cinofilo. PER LAVARLO Come dobbiamo attrezzarci per “rimettere a nuovo” il nostro amato cane che magari si è divertito a fare immersioni in pozzanghere zozze o a rotolarsi sopra profumini deliziosi (solo per lui)? Non temete, la soluzione c’è e non è neanche complicata da mettere in pratica. Innanzi tutto dovremo avere uno shampoo adatto al cane, non solo al pelo ma soprattutto alla sua cute; dobbiamo sapere infatti che la cute del cane ha un pH (ovvero il livello fisiologico di acidità) diverso dal nostro. Dopo esserci assicurati che il pH sia quello adatto ai cani, dobbiamo munirci di asciugamani che utilizzeremo solo per lui e volendo anche tappetini in modo tale da non bagnare l’intera stanza alla prima ”scrollata”. In base al tipo di pelo del cane poi potremo andare ad utilizzare una spazzola che ci aiuterà a sbrogliare i nodi, nel caso di un pelo lungo e ondulato, oppure a rimuovere i peli che si sono staccati dalla cute ma sono rimasti addosso al corpo del cane.


 
“La creatura più affettuosa al mondo è un cane tutto bagnato!”
(Ambrose Bierce)
 

Ricordiamoci che non è bene lavare il cane troppo spesso, cerchiamo quindi di limitare i bagni se non strettamente necessario come nel caso in cui il cane sia finito dentro il fango. Se il nostro cane non frequenta spesso luoghi nei quali può sporcarsi eccessivamente, lavarlo un paio di volte l’anno sarà più che sufficiente. Tutto perfetto, ma staremo sempre in casa con questo nuovo amico? Assolutamente no, quindi vediamo gli oggetti da portare quando faremo le nostre passeggiate insieme. IN PASSEGGIATA Ciò che serve per andare in passeggiata con il nostro cane è sostanzialmente un guinzaglio, un collare o una pettorina ed i sacchetti per raccogliere le feci. Quando andremo in un negozio per comprarli, però, ci troveremo davanti ad una miriade di oggetti simili ma diversi. “Aiuto!” sarà ciò che penseremo. Ma anche in questo caso, niente paura: la soluzione migliore è sempre la più semplice. Infatti cominciamo con gli oggetti più semplici, partire è la cosa importante, per “avanzare di grado” c’è sempre tempo. La scelta piuttosto andrà fatta tra collare e pettorina anche se non sarebbe male averli entrambi per poter scegliere in base all’occasione e all’attività che andrete a svolgere. Guinzagli, collari e pettorine… vediamo alcune tipologie che troveremo in commercio.


In alcuni casi servirà acquistare più varianti in base al lavoro/sport che si andrà a fare con il cane; la cosa importante è sapere come valutare la taglia giusta per il fisico del nostro cane. Il collare, ad esempio, deve essere regolato tenendo in considerazione che dobbiamo riuscire ad inserire due dita tra il collare ed il collo del cane. Il guinzaglio, inoltre, per legge non può superare la misura di un metro e mezzo. La legge dice anche che dobbiamo sempre essere provvisti di museruola anche nei casi in cui il cane non è aggressivo, non necessariamente infatti dobbiamo fargliela indossare. Una buona abitudine poi è quella di utilizzare quando si esce un collare con attaccata una medaglietta con inciso il nostro numero di telefono in modo tale da essere sicuri che, scongiurando il peggio ma rimanendo pronti ad ogni eventualità (anche durante un incidente il cane può fuggire dallo spavento), chi lo trova riesca a mettersi in contatto con noi. Altra accortezza da avere, nel caso si esca la sera e fuori non ci sia molta luce, è quella di far indossare al cane indumenti catarifrangenti in modo tale che le auto possano vedervi.

Ora c’è tutto il necessario per iniziare questa sorprendente avventura insieme. Se avete la fortuna di avere un cane godetevi più tempo possibile con lui, perché la vera fortuna è poter scoprire ogni giorno quanto il vostro rapporto sia cresciuto semplicemente essendovi divertiti entrambi!

44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Uno studio dell'Università di Padova ha dimostrato che i cani sono in grado di riconoscere il volto del padrone in fotografia. «Molti pensano che i cani usino prevalentemente l’olfatto per riconoscere